la soluzione definitiva alle crepe nei muri è il consolidamento con elettrosmosi attiva

L’aumento del cedimento del terreno in inverno: il segreto per una fondazione solida

Aumentano i cedimenti del terreno delle fondazioni in inverno!

Il misterioso aumento del cedimento del terreno di fondazione, con la comparsa di fastidiose crepe nei muri, non risparmia nemmeno i mesi invernali.
Tradizionalmente, avremmo atteso che le piogge contribuissero a rinforzare il terreno e a ridurre le lesioni alle abitazioni. Tuttavia, quest’anno, ci troviamo sommersi dalle richieste di intervento per eliminare crepe nei muri e consolidare le fondazioni.

 

Perché il cedimento del terreno persiste anche in inverno e come bisogna intervenire?

In un’epoca in cui la crisi climatica fa da protagonista, gli inverni non sono più quelli di un tempo.
A metà novembre, qui a Parma, ci troviamo di fronte a giornate soleggiate e temperature fuori dall’ordinario. 
Questa mancanza di piogge invernali sta mettendo a dura prova la salute delle nostre case, aumentando i casi di cedimento delle fondazioni.

La miglior soluzione per il cedimento del terreno

Chi possiede una casa e sospetta un cedimento, spesso si trova a vacillare tra la paura di un peggioramento della situazione e l’ansia legata ai costi elevati degli interventi necessari.
Tuttavia, la soluzione potrebbe essere più semplice di quanto si pensi.
Prima di decidere l’intervento migliore, è fondamentale individuare la causa del cedimento alla radice.

Come? Iniziando con indagini geologiche per comprendere la stratigrafia del terreno e la gravità del problema.

Se le indagini rivelano il “fenomeno di ritiro e rigonfiamento delle argille” o il “fenomeno di sovraconsolidamento delle argille”, potete tirare un sospiro di sollievo.
Pali, micropali, resine, ecc… sono tutte soluzioni presenti e conosciute sul mercato, talvolta valide, ma molto dispendiose e risolvono i problemi nella sola zona trattata.

Tra le opzioni disponibili, l’elettrosmosi emerge come una soluzione poco nota ma altamente efficace per affrontare il cedimento del terreno.

crepe pericolose in casa: soluzione consolidamento fondazioni

Risultati dell’elettrosmosi per risolvere il cedimento del terreno

I risultati dell’elettrosmosi sono sorprendenti, adatti a qualsiasi tipo di edificio situato su terreni coesi (argillosi). L’intervento è minimamente invasivo, i costi sono inferiori rispetto ad altre soluzioni e l’installazione è rapida.

Ma a cosa serve esattamente l’elettrosmosi?

Questa tecnica consolida il terreno stabilizzando il contenuto d’acqua, limitando le dispersioni causate da cambiamenti climatici, abbassamenti di falda e presenza di alberi.

L’installazione dell’impianto intorno all’abitazione crea una sorta di “gabbia” che trattiene l’acqua al di sotto della fondazione, ristabilendo il giusto contenuto di acqua nelle argille e recuperando il livello volumetrico perduto nella fase di disidratazione. I risultati si traducono in una chiusura naturale delle crepe, senza intaccare la vita quotidiana degli abitanti.

Risultati consolidamento prima e dopo l’intervento

il cedimento differenziale del terreno di fondazione cause le crepe nei muri
risultati elettrosmosi attiva per consolidare il terreno di fondazione
problemi crepe nei muri in casa prima dell'intervento con elettrosmosi
risultati consolidamento del terreno con elettrosmosi richiusura naturale delle crepe nei muri

Inoltre, sfatiamo il mito che il terreno non possa soffrire di siccità in zone d’Italia soggette ad alluvioni e temporali.
Le piogge torrenziali saturano solo gli strati superficiali del terreno (argilloso), mentre gli strati profondi restano disidratati. Dopo il maltempo, le temperature sopra la media e l’irraggiamento solare accelerano l’essiccazione delle argille, contribuendo al cedimento.

Caratteristiche di un terreno argilloso: scopri il cuore del problema

In un contesto in cui il cedimento del terreno assume un ruolo sempre più prominente, è fondamentale comprendere le caratteristiche intrinseche di un terreno argilloso, la radice di molti problemi strutturali. Gli strati di argilla, se presenti nel terreno di fondazione, possono essere una causa significativa di cedimento e crepe nei muri.

Il terreno argilloso è noto per la sua composizione fine e coesiva, che lo rende altamente suscettibile ai fenomeni di ritiro e rigonfiamento. Durante periodi di siccità, l’argilla si disidrata e si ritrae, causando i cedimenti strutturali. D’altro canto, durante periodi di piogge, l’argilla assorbe l’acqua, rigonfiandosi e esercitando pressioni considerevoli sulle fondamenta degli edifici.

Queste fluttuazioni cicliche del contenuto d’acqua nelle argille possono portare a un indebolimento significativo della stabilità del terreno, contribuendo al cedimento delle fondazioni. Affrontare il problema del cedimento del terreno implica quindi non solo la risoluzione delle crepe superficiali, ma anche la stabilizzazione del terreno argilloso alla base.

Terreno argilloso e casa con crepe nei muri terreno argilloso

disidratazione ed essiccazione delle argille
la soluzione definitiva alle crepe nei muri è il consolidamento con elettrosmosi attiva


L’elettrosmosi si presenta come una soluzione innovativa ed efficace per mitigare gli effetti negativi del terreno argilloso
. Agendo sulla stabilizzazione del contenuto d’acqua, l’elettrosmosi limita le fluttuazioni che portano al cedimento delle fondazioni, offrendo una difesa duratura contro le minacce strutturali.

Affrontare il problema alla radice, comprendendo le sfide uniche del terreno argilloso, è la chiave per garantire la solidità a lungo termine delle fondazioni delle abitazioni.

Se vuoi saperne di più su come proteggere la tua casa dal cedimento del terreno, visita il nostro sito o chiedi una consulenza gratuita al nostro Team. 

Affronta il problema con saggezza e sconfiggi il cedimento del terreno, anche in inverno!